la settimana santa

Segui il percorso indicato...

1) PREMESSA

La settimana che prima di Pasqua è definita come la "grande settimana della tradizione cristiana". Infatti la Pasqua è la festa più importante per tutti i cristiani, e prima di loro era un momento fondamentale - logicamente con un altro rito - anche per gli Ebrei.

Questa settimana viene anche definita dai cristiani come "Santa". Oltre a momenti forti di spiritualità e di liturgia per i cattolici e per i cristiani in genere, forte è pure oggi il contesto storico-culturale. Cerchiamo di capire quali sono questi momenti, partendo anche dalla nostra esperienza.

In sintesi, stiamo parlando proprio della settimana dove Gesù, dopo la sua entrata a Gerusalemme, ha vissuto la sua passione, morte e resurrezione.

Facciamo allora un passo indietro e guardiamo l'entrata di Gesù a Gerusalemme che noi ricordiamo con la DOMENICA DELLE PALME. Delle palme? Cosa vuoi dire


2) DOMENICA DELLE PALME

Vediamo questa immagine:


L’entrata di Gesù a Gerusalemme è una entrata trionfante! Inoltre, nella cultura del popolo ebreo ai tempi di Gesù, episodio rimanda alla celebrazione della festività ebraica della “festa delle Capanne”, in occasione della quale i fedeli arrivavano in massa in pellegrinaggio a Gerusalemme e salivano al tempio in processione.

Era tradizione per tutti gli ebrei portare in mano e sventolare il LUVAL, un piccolo mazzetto di rami composto da tre piante:

  1. La palma, che è simbolo della fede

  2. Il mirto, simbolo della preghiera che s’ innalza verso il cielo

  3. Il salice, la cui forma delle foglie rimandava alla bocca chiusa dei fedeli, in silenzio di fronte a Dio

Queste tre rami erano legati insieme con un filo d’ erba (Lv. 23, 40). Spesso attaccato al centro c’era anche una specie di cedro: era il buon frutto che Israele unito voleva essere per il mondo.


In questo caso, le palme non avevano solamente un valore religioso, ma pure un aspetto di riconoscimento, di festa, di "tifo" verso una persona famosa, importante: Gesù.

Per portare questo esempio ai giorni nostri, guardiamo queste 4 immagini:

Non lo so qual è la tua squadra preferita, forse hai già visto le persone famose sul tappeto rosso o accompagnate da guardie del corpo.

Pensiamo come potrebbe essere accolto Gesù oggi, nella nostra società. In mano avremo le nostre sciarpe per evidenziare la nostra gioia, entrerebbe in città con tutti gli onori, magari anche accompagnato da guardie del corpo per la troppa folla. Un contesto di felicità, di gioia, di rispetto e di riverenza.

Ecco ragazzi la Domenica delle Palme ricorda questo momento bello dove Gesù è stato accolto a Gerusalemme. Un momento bello importante che la Chiesa ogni anno la ricorda nella celebrazione della messa e della Processione delle Palme, come possiamo vedere: